GMG 2019, anche Piero Mazzone a Panama

Si sta svolgendo in questi giorni a Panama la 34esima Giornata Mondiale della Gioventù (GMG), l’incontro internazionale e multilingue di spiritualità e cultura promosso dalla Chiesa Cattolica che coinvolge migliaia di giovani provenienti da tutto il mondo.

Tra loro anche il polignanese Piero Mazzone che sta partecipando all’evento insieme ad un gruppo di pellegrini provenienti dalla Puglia; presenti anche don Vito Castiglione Minischetti, già vice parroco della Parrocchia Santa Maria Assunta di Polignano ed oggi parroco della Parrocchia San Leone Magno di Castellana Grotte e don Leonardo Sgobba, già parroco della Parrocchia di Sant’Antonio di Polignano ed oggi parroco della Parrocchia Santi Medici di Alberobello.

Piero Mazzone e don Vito Castiglione Minischetti.

Il tema della GMG 2019,  che ha preso il via martedì scorso, è rappresentato dalle parole di Maria in un passo del Vangelo di Luca, all’annuncio dell’arcangelo Gabriele: “Ecco la serva del Signore; avvenga per me secondo la tua parola”. E Maria è anche protagonista del logo dove, in versione stilizzata, rappresenta il mezzo per conoscere Gesù. Nello stesso poi, oltre alla croce simbolo della Giornata Mondiale della Gioventù, ci sono cinque puntini bianchi che sono un segno della corona di Maria e rappresentano i pellegrini provenienti dai cinque continenti. In più è visibile un chiaro riferimento al luogo che ospita l’evento, con la forma dell’istmo di Panama.

Papa Francesco alla Giornata mondiale della Gioventù 2019, foto di Piero Mazzone

Panama come punto d’incontro e simbolo di sostenibilità

Che, come ha affermato Papa Francesco, «per la sua posizione privilegiata, rappresenta un luogo strategico non soltanto per la regione, ma per il mondo intero. Ponte tra gli oceani e terra naturale di incontri, Panama, il Paese più stretto di tutto il continente americano, è simbolo della sostenibilità che nasce dalla capacità di creare legami e alleanze. In questi giorni – ha continuato il Santo Padre in occasione della cerimonia di benvenuto e dell’incontro con le alte cariche istituzionali del Paese svoltosi nella giornata di ieri – Panama non solo verrà ricordato come centro regionale o punto strategico per il commercio e per il transito di persone; si trasformerà in un “hub” della speranza. Punto d’incontro dove giovani provenienti dai cinque continenti, pieni di sogni e speranze, celebreranno, si incontreranno, pregheranno e ravviveranno il desiderio e l’impegno di creare un mondo più umano».

«Offrendo ospitalità ai sogni di questi giovani – ha sottolineato Papa Francesco – oggi Panama diventa terra di sogni che sfida tante certezze del nostro tempo e crea orizzonti vitali, che indicano una nuova consistenza al procedere con uno sguardo nuovo, rispettoso e pieno di compassione verso gli altri. Durante questo tempo saremo testimoni dell’apertura di nuovi canali di comunicazione e di comprensione, di solidarietà, di creatività e aiuto reciproco; canali a misura d’uomo che diano impulso all’impegno e rompano l’anonimato e l’isolamento in vista di un nuovo modo di costruire la storia».

«Un altro mondo è possibile, lo sappiamo – ha dichiarato in conclusione il Santo Padre – e i giovani ci invitano a coinvolgerci nella sua costruzione affinché i sogni non rimangano qualcosa di effimero o etereo, affinché diano impulso ad un patto sociale nel quale tutti possano avere l’opportunità di sognare un domani: anche il diritto al futuro è un diritto umano».

Piero Mazzone e don Vito con alcuni ragazzi del Kenya.
Piero e don Vito con un gruppo di giovani del Kenya.

Intanto le attività della GMG continueranno fino a domenica. Mentre noi di Radio Incontro News raccoglieremo le testimonianze di Piero Mazzone per la puntata che andrà in onda giovedì prossimo su Radio Incontro, dalle ore 20.00, sui 93.9 in FM e in streaming su TuneIn.

Autore dell'articolo: Redazione Radio Incontro