Parientes, Servillo&Co. sulle note della cultura italiana ed argentina

Il terzo appuntamento della stagione di prosa organizzata dal Teatro Pubblico Pugliese a Polignano con il patrocinio del Comune è stato quello con il trio Servillo-Girotto-Mangalavite.

Sabato sera, 16 febbraio, presso il Cinema Teatro Vignola, Peppe Servillo (voce) Javier Girotto (sax soprano e baritono) e Natalio Mangalavite (piano, tastiere, voce) hanno presentato il loro ultimo album: “Parientes”, un viaggio nei ricordi, nelle persone e nell’immaginario di un popolo migrante. Come si legge nella presentazione, “Parientes” con le sue musiche e le sue parole “è per chi tiene il fuoco nell’anima, per chi odia e non lo dice mai, per chi ha l’amore negli occhi e il sole nel petto, ma si limita a ballare la vita con carisma e mistero”.

A distanza di sei anni dal disco “Futbol”, Servillo, Girotto e Mangalavite hanno raccontato alcune curiosità sul loro ultimo lavoro al Caffé letterario del Libro Possibile qualche ora prima dello spettacolo al Vignola, con l’introduzione di Cecilia Pignataro e gli interventi di Giuseppe Visicchio.

Peppe Servillo, Girotto e Mangalavite presentano “Parientes” al Libro Possibile Caffé

Nell’album “Parientes” ci sono i pezzi della tradizione argentina degli anni ’30 e ’40 rivisitati musicalmente e tradotti in italiano. Si tratta comunque di brani di autori che hanno discendenze italiane, per cui la musica diventa uno strumento per indagare le linee di confine tra due culture. Tante sono le tematiche richiamate dalle canzoni (ad esempio vi è un pezzo che inneggia alla preparazione del ragù come momento di raccolta familiare la domenica) ed originale è lo stile con cui sono state presentate: un lavoro ben apprezzato dall’interessato pubblico presente.

Autore dell'articolo: Redazione Radio Incontro