Mariano Siesto, Pellegrini (FI) fa richiesta di accesso agli atti

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa di Domenico Pellegrini (FI) in merito al Mariano Siesto:

Il Mariano Siesto oggi

La storia del Mariano Siesto di Polignano non ha bisogno di essere ricordata, i puntelli, le impalcature e lo stato di assoluto abbandono parlano chiaro: per l’opposizione, questa struttura rappresenta l’attenzione che l’Amministrazione Vitto riserva allo sport.

Il consigliere comunale di Forza Italia Domenico Pellegrini più volte ha cercato di portare all’attenzione pubblica la necessità di intervenire su questa struttura sportiva, con l’intento di restituire alla città intera uno spazio dedicato allo sport, considerato che Polignano non dispone di luoghi deputati alle attività sportive. Infatti, soltanto pochi mesi fa, il Mariano Siesto era stato preso di mira da un gruppetto di ragazzi che, pur di giocare, si erano intrufolati all’interno del campetto. Subito l’amministrazione era corsa ai ripari, mettendo in sicurezza gli accessi. Tuttavia, questo episodio dimostra quanto la città abbia bisogno di spazi destinati alle attività sportive.

Il Mariano Siesto oggi – messo in sicurezza l’accesso da via Del Drago con fili di ferro e rete dietro il cancello

“Il Mariano Siesto è inagibile da anni – spiega il consigliere comunale Domenico Pellegrini – e l’Amministrazione Vitto ha dimostrato tutta la sua incapacità a recuperare un bene pubblico. I lavori di riqualificazione sono fermi perché l’azienda appaltatrice è fallita e da allora l’amministrazione si è completamente dimenticata del campo di calcio. Non sappiamo in che misura l’amministrazione sia effettivamente interessata a voler restituire il Mariano Siesto al paese, di certo i lavori sono fermi e chissà quando si smuoverà qualcosa. Ad oggi restano i tanti dubbi sull’intera vicenda. Per questo ho provveduto ad effettuare una richiesta di accesso agli atti per avere tutte la documentazione che riguarda la struttura sportiva. Ormai ho capito che con questa amministrazione, l’unico modo per avere un po’ di trasparenza e chiarezza e richiedere gli atti”.

Il Mariano Siesto oggi – particolare esterno da via Montessori: nella foto si vede l’ultima parte della tribuna (dalle spalle) e l’esterno degli spazi adibiti a spogliatoi e stanze di servizio

Il Mariano Siesto è una delle opere incompiute presenti sul territorio polignanese. “Come consigliere continuerò a stimolare l’Amministrazione sulle opere incompiute spiega il consigliere Pellegrini – perché rappresentano uno spreco di denaro pubblico. Dietro ogni cantiere fermo c’è una storia diversa. Sono progetti e lavori bloccati per questioni burocratiche, mancanza di fondi, o perché nel frattempo la società aggiudicatrice dei lavori è fallita. Eppure bisognerebbe programmare un recupero di queste opere incompiute perché rappresentano nuove opportunità di lavoro e nuova ricchezza. L’amministrazione Vitto farebbe bene a fare un programma di recupero sulle opere non finite e abbandonate”.

Autore dell'articolo: Redazione Radio Incontro