Polignano protagonista della bioeconomia pugliese

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato del gruppo M5S locale:

Qualche giorno fa, presso l’Università di Bari, si è tenuto il convegno “La Bioeconomia come opportunità di sviluppo regionale basato sulle risorse territoriali in Puglia”. Tra i relatori hanno partecipato la senatrice Patty L’Abbate (M5S) e il dottor Vito Carofiglio della società polignanese Eggplant.

“È stato un convegno interessante – dichiarano gli Attivisti M5S di Polignano che hanno partecipato – Sono stati presentati diversi case studies che partono dalle filiere presenti in Puglia (rifiuti, olearia, lattiero casearia, vitivinicola, ecc.) per sviluppare modelli di economia circolare, dove il rifiuto o il sottoprodotto diventano materia prima per nuovi processi, in modo da non rilasciare niente nell’ambiente ed aumentare l’efficienza e la sostenibilità dei processi produttivi”.

Si è parlato di ciclo dei rifiuti, di come alcune start up riescono a recuperare, con processi fisici, chimici o microbiologici, prodotti che possono avere un valore commerciale, come il compost. Si può partire dai fanghi di depurazione e con processi chimici arrivare ai biofuel, o partire dagli scarti alimentari: la start up Eggplant parte dal siero di latte e produce bioplastica per confezionare vaschette da riconsegnare ai caseifici che potranno riutilizzare per confezionare le mozzarelle; oppure partire dalle acque di vegetazione della filiera olearia ed estrarre antiossidanti da usare in cosmesi o in nutraceutica; oppure estrarre la spirulina (super food) dalle microalghe, o bonificare terreni inquinanti grazie ai pioppi, o ricavare dalla canapa industriale molteplici prodotti per l’edilizia sostenibile: dal laterizio alle travi, fino addirittura agli intonaci o ai rasanti.

Questi sono solo alcuni dei progetti presentati. L’idea è quella di realizzare una piattaforma di confronto per favorire i contatti tra i vari stakeholder nell’ambito della bioeconomia.

Autore dell'articolo: Redazione Radio Incontro