FantaBerlez: occhio al bresciano Tonali!

Il campionato ormai volge al termine, ma Radio Incontro inaugura a partire da questa giornata una rubrica per tutti gli amanti del Fantacalcio a cura di Francesco Paolo Berlen. Questa prima puntata è dedicata alla stella Tonali, talentuoso centrocampista del Brescia targato Cellino – Corini, neopromosso in Serie A con due giornate di anticipo.

Un gol di Daniele Dessena, ex bandiera del Cagliari, è bastato ieri al Brescia per vincere contro l’Ascoli e tornare in serie A dopo 8 anni. E’ un ritorno anche per il vulcanico patron Massimo Cellino, ex presidente del Cagliari e del Leeds, tornato nel calcio che conta dopo diversi anni. Le rondinelle sono promosse nella massima serie con due giornate d’anticipo sulla fine del campionato, e l’impresa porta la firma del tecnico Eugenio Corini, ex regista del “Chievo dei miracoli” e del Palermo, riuscito a riscattare alcune annate difficili (Palermo e Novara).

Tra i tanti bei nomi da tenere a mente per la prossima stagione fantacalcistica, sicuramente spicca il baby fenomeno Sandro Tonali. Dopo essere diventato uno degli inamovibili nell’undici titolare già dal girone di ritorno della scorsa stagione, il talento di Lodi ha continuato ottimamente il suo percorso di maturazione calcistica.

Sandro Tonali

I numeri parlano chiaro: 32 presenze (sempre titolare!), condite da tre reti, rendono il centrocampista classe 2000 uno dei protagonisti indiscussi della cavalcata dei bresciani. Tonali, sin dalle prime apparizioni, ha mostrato di possedere le stimmate del predestinato: diligente direttore d’orchestra in cabina di regia, estrosa mezz’ala di quantità ma soprattutto di qualità, con tempi di inserimento perfetti e una predisposizione al sacrificio che lo rende funzionale anche in fase di non possesso.

Il paragone con Andrea Pirlo ormai non è più una novità, ma la sua capacità di spostare anche più avanti il suo raggio d’azione lo rende più simile ad un nuovo Verratti, con maggiore presenza fisica e più gol nelle corde rispetto all’ex Pescara. La sua eleganza ha fatto innamorare già diverse big (Juventus e Inter su tutte), ma ora è chiamato al salto di qualità sul palconoscenico della serie A.

Ricorda anche Barella perché è giovanissimo, ha voti alti e può decollare definitivamente. La Serie A lo aspetta, se lo prendesse la Juve non va escluso un prestito (magari al Brescia o al Sassuolo o in un altro club). Prendete carta e penna: Tonali è un nome da appuntarsi al fantacalcio, soprattutto per chi fa il “continuativo”.
Segnatevelo, Sandro Tonali è il futuro: l’asta di agosto 2019 lo aspetta

Francesco Paolo Berlen

Autore dell'articolo: Redazione Radio Incontro