Futuri bomber: occhio a Pinamonti!

Il campionato è ormai finito da un pezzo, ma il calciomercato non è ancora ufficialmente iniziato (si parte il 1° luglio), ma è già tempo di osservare qualche giovane promessa.

Alcuni colpi, pochi a dire la verità (Di Lorenzo dall’Empoli al Napoli), sono stati già conclusi: molto dipenderà dalle ufficializzazioni delle guide tecniche.

All’appello mancano ancora diverse squadre che devono ufficializzare i proprietari delle panchine: il Bologna (Mihajlovic: a ore il rinnovo per altri 3 anni), il Brescia (Corini), il Genoa (quasi scontato l’addio di Prandelli. Andreazzoli in pole), la Fiorentina (con il nuovo patron Commisso, Montella rischia grosso dopo il finale horror della scorsa stagione), il Milan (Giampaolo?), la Roma (Fonseca quasi ufficiale), la Sampdoria (Pioli?) e il Verona (Aglietti è ormai prossimo all’addio, con Juric pronto a subentrare).

Una volta ufficializzati i 20 allenatori che partiranno ai nastri di partenza del prossimo campionato, entrerà nel vivo il mercato dei calciatori.

In vista del prossimo fantacalcio, un importante giocatore che già ha fatto vedere lampi di buon calcio, uniti ad una tecnica interessante e ad un ottimo fiuto del goal è Andrea Pinamonti.

Pinamonti, in forze al Frosinone nell’ultima stagione

L’attaccante trentino, classe 1999, sta letteralmente trascinando l’Italia al Mondiale Under 20: grazie ai suoi goal gli azzurrini sono arrivati in semifinale. Pinamonti ha segnato una doppietta (un goal su rigore) contro il Mali nel quarto di finale di ieri.

La punta di proprietà dell’Inter, quest’anno al Frosinone (27 presenze con 5 marcature) sta lanciando segnali per la prossima stagione fantacalcistica. Un bomber da tenere assolutamente d’occhio: quasi impossibile che resti alla corte di mister Conte. Molto probabile è un nuovo prestito o una cessione con recompra.

Nelle ultime ore si è fatto vivo il neopromosso Lecce, anche se la Roma vorrebbe inserirlo nell’affare che porterà Edin Dzeko alla corte nerazzurra.

Intrigante scommessa per il reparto avanzato del prossimo anno?

Francesco Paolo Berlen

Autore dell'articolo: Redazione Radio Incontro