Quasi 400 spettatori per lo spettacolo “Sui Tuoi passi”

Ottimo risultato per I TUOI PASSI  lo spettacolo fatto di musica, teatro e danza scritto dal viceparroco della Chiesa Matrice e da tutti gli animatori del gruppo giovanissimi che è andato in scena lo scorso weekend nell’auditorium della Scuola Media di Polignano.

Buona la presenza del pubblico che ha fatto registrare quasi 400 ingressi in sala nelle due serate previste, totalizzando offerte pari alla cifra di 2.800,00 euro (dalla quale poi sono state sottratte le spese vive dell’evento) interamente devolute per beneficenza alla Parrocchia pro restauro del tetto.

Tanti gli sponsor che hanno sostenuto la buona riuscita dello spettacolo e molte le mani impegnate dietro le quinte, non da meno quelle dell’arciprete don Gaetano Luca sempre pronto a spendersi senza riserve per i suoi ragazzi e collaboratori e per la riapertura dell’antica cattedrale a lui affidata.

Un grande scoperta quella del gruppo giovanissimi 14/18 anni che con impegno e volontà hanno portato in scena per la prima volta uno spettacolo dalla durata di un’ora e mezza dai contenuti a dir poco laboriosi: “Abbiamo scelto di intitolarlo Sui tuoi Passi” dice don Mario Lamorgese ai microfoni di Radio Incontro News “per dare il senso del cammino di formazione che abbiamo percorso durante gli incontri invernali con i ragazzi e per dar modo di annunciare il messaggio evangelico in una forma diversa. Siamo partiti dalla professione di fede del Credo che recitiamo ogni giorno durante la Santa Messa per poi domandarci in cosa noi crediamo davvero. Ecco, è la storia dell’amore di Gesù Cristo al centro del racconto, un Gesù che parla proprio a me. Il tutto in una rivisitazione di personaggi biblici e romanzeschi che ci hanno accompagnato nel nostro viaggio pastorale”.

Non c’è che dire, i ragazzi di oggi sanno bene come sorprenderci e non è vero che la tecnologia e la realtà virtuale li ha allontanati da tutto ciò che si può creare con la testa, con la voce e con il cuore.

“Ci siamo messi in gioco” dice una delle giovani protagoniste Eulalia Lozupone “e ogni volta che si parla di solidarietà per la nostra chiesa chiusa da troppo tempo ormai, tutto il resto viene dopo –  anche se non dopo la scuola, sottolinea sorridendo – faticoso sì ma pensiamo che questa volta l’impresa valeva la spesa: #riapriAMO la Matrice il prima possibile”.Tanto il divertimento raccontato a posteriori per le ballerine vestite da suore nello sketch finale di Sister Act (film americano del 1992), per i 20 figuranti, i musicisti e gli attori protagonisti che al di là della riuscita di uno spettacolo non del tutto perfetto, ha dato loro modo di vivere giorni felici!

E. S.

Autore dell'articolo: Redazione Radio Incontro