Grandinata del 10 luglio, l’Amministrazione chiede stato di calamità naturale

Strade allagate e danni alle automobili, oltre che a tapparelle e gazebo a seguito del violento nubifragio che si è abbattuto sulla nostra cittadina nel pomeriggio di mercoledì scorso, 10 luglio 2019. L’intensa pioggia tra l’altro ha causato l’allagamento del sottopasso in direzione Castellana, nonché l’impraticabilità di parte della viabilità cittadina e l’occlusione di differenti caditoie stradali.

Ma ciò che più ha causato danni nel centro cittadino e nelle frazioni è stata la grandinata, con chicchi da 3-4 centimetri, che ha provocato la rottura di alcuni vetri delle auto e ammaccature alle carrozzerie, oltre che agli infissi e alle grondaie. Peraltro si sono registrati danni alle colture esistenti (in particolare ai vigneti) nelle campagne, ai quadri elettrici e ai corpi illuminanti.

Uno dei chicchi di grandine

Per questo la Giunta Comunale con delibera in data 11 luglio 2019 ha dato mandato al Sindaco Domenico Vitto affinché proponga agli organi regionali competenti la Dichiarazione dello Stato di Calamità naturale per tutto il territorio polignanese. A tal fine, inoltre, è stato affidato agli assessori ai lavori pubblici (Salvatore Colella) e alla polizia municipale (Chiara Pepe) il compito di verificare lo stato dei luoghi e la stima dei danni.

La delibera di giunta di giovedì

Autore dell'articolo: Redazione Radio Incontro