Dal folk al blues, Paolo Farina a Radio Incontro

Sabato scorso ospite della 54° puntata di Radio Incontro News è stato il cantautore Paolo Farina, originario di Castellana Grotte e milanese d’adozione, con diversi album all’attivo. Ultimo in ordine di tempo è “Canzoni in Blues”, un lavoro che contiene nove brani in italiano ed uno in dialetto pugliese e che è uscito il 30 marzo 2018 per l’etichetta “Il Popolo del Blues”.

Un approdo al blues, dunque, per Paolo Farina da sempre caratterizzato dallo stile folk-etnico. Farina ha esordito nel mondo della musica nel 1975 scrivendo il testo di “Al mancato compleanno di una farfalla”, celebre brano dei Maxophone, uno tra i più grandi gruppi del panorama prog italiano. Poi dal 2000 lancia il progetto Etnoritmo, dove miscelando la canzone d’autore, musica etnica, rock, raggae, blues ed elettronica valorizza il dialetto della sua terra di origine.

Quindi è un susseguirsi di lavori discografici, collaborazioni e riconoscimenti. Dal rock progressive “Humana Prog” del 2014 all’omaggio a Raffaele Vallone del 2015 con un nuovo album, dopo la registrazione dei brani “Polo Nord” e “Non sognare” e le partecipazioni al Festival della Cicala dell’associazione MusiNapoli (secondo posto con “Polo Nord”) e al Premio Bruni Lauzi di Anacapri (dove è tra i sei semifinalisti con “Giulia giura”).

Tra gli ultimi riconoscimenti di Farina, poi, ricordiamo il primo premio al concorso “Diversamente Uguali” dell’associazione torinese Il Cielo Capovolto nella sezione Canzone d’Autore con il brano “La lettera di Samir”. La canzone, che abbiamo ascoltato anche durante l’intervista curata da Erica Spilotro, è stata selezionata tra i venti brani finalisti del contest P.A.E. – Premio Autori Emergenti della FIM.

Di seguito potrete riascoltare l’intervento di Paolo Farina a Radio Incontro attraverso questo estratto della 54° puntata di Radio Incontro News.

Autore dell'articolo: Redazione Radio Incontro