Colella rimette la delega al Suap, solidarietà dal mondo politico

Dei giorni scorsi la notizia che il vice sindaco e assessore ai lavori pubblici, Suap e verde pubblico del nostro Comune, Salvatore Colella, ha rimesso nelle mani del Primo Cittadino la delega nella materia del S.U.A.P., lo Sportello Unico per le Attività Produttive.

Si tratta di un ufficio importante, quello del Suap, in quanto rappresenta il punto di contatto fra le imprese e l’amministrazione pubblica. Infatti serve per sbrigare tutte le pratiche relative all’apertura e alla gestione di un’azienda, oltre a ricevere i chiarimenti e le informazioni utili sui requisiti necessari. Detto sportello, inoltre, è anche responsabile di tutti i procedimenti amministrativi relativi alle attività economiche e produttive di beni e servizi e di tutti i procedimenti amministrativi inerenti alla realizzazione, all’ampliamento, alla cessazione, alla riattivazione, alla localizzazione e alla rilocalizzazione di impianti produttivi, ivi incluso il rilascio delle concessioni o autorizzazioni edilizie.

Dunque, dopo quasi due anni dal conferimento dell’incarico, il vice sindaco Colella ha rassegnato le dimissioni in qualità di delegato al Suap a causa di reiterate minacce nei suoi confronti e che coinvolgono indirettamente anche la sua famiglia. Tanto è quello che si apprende dalla lettera datata 14 agosto 2019 e indirizzata al Sindaco, oltre che per conoscenza ai consiglieri comunali, al segretario generale dott. Nunziante e all’arch. Fonte Marilena Ingrassia dirigente dell’area tecnica di riferimento. Lettera che è stata resa pubblica venerdì scorso proprio dal sindaco Domenico Vitto con un post sulla propria pagina Facebook.

Dopo aver denunciato più volte l’accaduto – si legge nella nota – Salvatore Colella ha deciso di lasciare la delega, avendo ritenuto che non vi siano più le condizioni di serenità per procedere nello svolgimento dell’incarico.

“Piena solidarietà a Salvatore, uomo e politico da sempre dedito al bene comune – scrive il Sindaco nel post Facebook – Il clima intimidatorio si è inasprito negli ultimi mesi ed è diventato intollerabile. Mi auguro che la giustizia faccia il suo corso e mi auguro, inoltre, che tutte le forze politiche prendano le distanze da questo modo barbaro e violento di agire.
Noi andiamo avanti per la nostra strada”.

Sono giorni tristi per la politica polignanese.Il mio Vice Sindaco, Salvatore Colella, ha lasciato la delega al SUAP…

Pubblicato da Domenico Vitto su Venerdì 16 agosto 2019


Anche le opposizioni consiliari hanno mostrato solidarietà al vice sindaco del nostro Comune, non mancando di sollevare alcune osservazioni critiche, come articolate dal consigliere di Forza Italia Domenico Pellegrini in un comunicato giunta in redazione:

“Il vice sindaco Colella ha consegnato la delega relativa al Suap nelle mani del sindaco Vitto e come uomo politico sono solidale al vice sindaco Colella. In ogni caso, sono mesi che sollecitiamo l’Amministrazione Vitto a rinforzare questo importante ufficio, che attualmente è sotto organico. Tuttavia, non abbiamo mai ricevuto alcuna informazione da Vitto. Il lavoro di questo importante sportello è in ritardo su tutto. Attualmente, le unità in servizio non bastano a smaltire tutto il lavoro dello Sportello dedicato alle Attività Produttive, che svolge un ruolo fondamentale. I tempi di attesa per le pratiche sono lunghissimi. Molti sono i problemi che gli imprenditori e gli operatori del settore hanno incontrato in questo periodo, come ad esempio il rilascio delle autorizzazioni per i dehors. Questo potrebbe essere il motivo principale che avrà scatenato tutta la vicenda, culminata poi con le dimissioni di Colella. Adesso il problema è diventato serio e tangibile. Oltre ai ritardi, il Suap si ritrova anche senza una guida. L’Amministrazione Vitto ha il dovere di intervenire immediatamente – conclude Pellegrini – per il bene di tutta la cittadinanza. E’ importante sapere quanto prima a chi sarà assegnata la delega del Suap. E’ certo che non può finire tra le mani di un consigliere comunale, come stabilito dal Consiglio di Stato. A questo punto potrebbe esserci anche un rimpasto in giunta, o addirittura il Sindaco potrebbe non accettare le dimissioni di Colella. Questa delega non può in ogni caso, essere trattenuta dal sindaco Vitto, che ha già fin troppe cariche e impegni istituzionali. Non vorrei che la gestione del Suap seguisse le stesse dinamiche fallimentari della delega del turismo”.

Ci auguriamo che sia fatta piena luce sulla vicenda.

Autore dell'articolo: Redazione Radio Incontro