Cimitero, Pellegrini (FI): “venga convocata la Commissione d’inchiesta”

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa di Domenico Pellegrini sulla situazione del cimitero comunale:

Sabato 2 novembre, i polignanesi celebreranno la commemorazione di tutti i fedeli defunti. Infatti, il 2 novembre è il giorno che la Chiesa dedica alla “festa dei defunti”. A Polignano, come ogni anno, sarà organizzata una celebrazione religiosa presso il cimitero cittadino, luogo che sarà molto frequentato dai polignanesi, che porteranno un fiore ai propri cari.

“La situazione che i cittadini di Polignano troveranno al cimitero è davvero incresciosa – commenta il consigliere comunale Domenico Pellegrini di Forza Italia – tra abbandono, degrado e incuria”. Le condizioni del cimitero polignanese sono oggetto di attenzione del gruppo locale di Forza Italia da tanti anni. Come denunciato da Pellegrini “Il cimitero da anni è un cantiere fermo. La situazione di degrado e abbandono è sotto gli occhi di tutti e l’Amministrazione fino ad adesso ha fatto poco o nulla per risolvere questa situazione. Ricevo quotidianamente segnalazioni da parte dei cittadini, che sono esausti di constatare degrado e abbandono in questo luogo importante per la comunità”.

Dopo il fallimento della Fimco, il Sindaco Vitto ha accolto la proposta delle opposizioni consiliari di istituire la commissione di inchiesta sul porto e sul cimitero. La decisione è avvenuta nel corso del consiglio comunale di lunedì 30 settembre. In realtà, le due commissioni sul porto e sul cimitero sono state chieste per la prima volta dalle opposizioni consiliari più di un anno fa, ma l’Amministrazione Vitto ha sempre fatto finta di nulla. Ma gli ultimi avvenimenti che hanno coinvolto la Fimco Spa ha dato un’accelerata alla richiesta delle due commissioni. 

Domenico Pellegrini

“Ad oggi, la Commissione d’inchiesta non è stata ancora convocata – spiega il consigliere comunale Domenico Pellegrini di Forza Italia – e la situazione del cimitero non è cambiata: il cimitero è un cantiere fermo, tra degrado e abbandono. Anche il verde pare essere abbandonato. I cittadini sono esasperati e stanchi dell’immobilismo che attanaglia il cimitero, ma ancor di più lo sono quelli che hanno versato il 50% di anticipo per i loculi mai consegnati. Non basta il degrado e lo stato di abbandono che regna incontrastato in questo luogo spirituale, molti cittadini si sentono beffati per aver versato un anticipo per un loculo che non si sa quando sarà consegnato. L’Amministrazione dovrebbe mostrare più attenzione a questo luogo – conclude Pellegrini – almeno in occasione della festività del 2 novembre. Infine invitiamo l’Amministrazione a dare un’accelerata alla convocazione della Commissione d’Inchiesta. E’ quanto mai necessario lavorare per accertare eventuali responsabilità”.

Autore dell'articolo: Redazione Radio Incontro