Forti piogge, acqua anche a Palazzo di Città

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota stampa del consigliere comunale Domenico Pellegrini sulle condizioni di Palazzo di Città.

“Il Palazzo comunale fa acqua da tutte le parti”. E’ questo il pensiero del consigliere comunale Domenico Pellegrini a proposito delle condizioni di precarietà in cui versa il Municipio di Polignano, condiviso anche da molti cittadini polignanesi. Con le forti piogge di lunedì 11 e martedì 12 novembre, il palazzo municipale ha mostrato alcune importanti criticità strutturali, soprattutto dal tetto, in quanto l’acqua si è infiltrata, riempendo parte del pianerottolo tra il piano terra e il primo piano del Comune.
Il consigliere di Forza Italia era già intervenuto sulle condizioni del Municipio già nelle settimane scorse, quando un pezzo di vetrocemento era caduto dal soffitto, rimanendo bloccato sulla rete di protezione che è stata installata precedentemente.

“Il Municipio, infatti, è la casa di ogni cittadino. Quello che avviene all’interno non è lontano da quello che avviene concettualmente all’interno di ogni famiglia. – spiega il consigliere Pellegrini – Il Comune rappresenta tutti i polignanesi”. Anche in questa occasione, per il consigliere Pellegrini ci sono forti analogie tra l’attività amministrativa di Vitto e le condizioni strutturali del Comune, che da tempo versa in pessime e critiche condizioni, tanto che in molti hanno confessato addirittura di aver paura ad entrare all’interno del Municipio”.

Le infiltrazioni di acqua degli ultimi giorni vanno ad aggiungersi all’episodio del vetrocemento che è caduto giù dal soffitto soltanto poche settimane fa. La prima rampa di scale non è utilizzabile dall’utenza in quanto delimitata dal nastro di sicurezza, mentre la seconda è quella che è stata interessata dalle infiltrazioni, attualmente l’unica scalinata che gli utenti possono utilizzare per andare al primo piano.

“Ormai le condizioni del Palazzo Comunale sono sotto gli occhi di tutti. Ci sono alcuni cittadini che mi hanno confessato di aver paura ad entrare all’interno del Comune, come biasimarli. – afferma il consigliere Pellegrini – La percezione di rischio e pericolo è molto evidente. Negli ultimi 20 anni, non pare ci siano stati lavori di ristrutturazione, gli unici interventi effettuati hanno riguardato al massimo qualche condizionatore. Ad aprile scorso, la stanza dell’ufficio cultura e pubblica istruzione è stata dichiarata inagibile dal direttore della sicurezza incaricato dal Comune stesso. Tuttavia, pare che questo ufficio continui a essere frequentato dai cittadini e dai dipendenti, in quanto ci sono ancora documenti e faldoni. E’ un palazzo che potrebbe cadere a pezzi molto presto se non si interviene immediatamente e le infiltrazioni degli ultimi giorni sono la rappresentazione di quanto detto. – conclude Pellegrini – L’immobilismo di Vitto non fa bene a nessuno, anche alle mura del Palazzo comunale”.

Autore dell'articolo: Redazione Radio Incontro