Osservatorio Sicurezza, FI pronta ad informare il prefetto

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa di Domenico Pellegrini in merito all’Osservatorio sulla Sicurezza.

Forza Italia non molla sulla convocazione dell’Osservatorio Permanente sulla Sicurezza e Legalità, tanto da essere pronta a portare la delibera di istituzione al Prefetto.

“Siamo determinati a portare a conoscenza il Prefetto – spiega il consigliere comunale Domenico Pellegrini di Forza Italia – perché riteniamo che questo strumento sia fondamentale per collaborare con le forze dell’ordine alla sicurezza e alla legalità”.

Per il consigliere Pellegrini è giunto il momento, non più rimandabile, di nominare i rappresentati per l’Osservatorio della Legalità, l’organo collegiale sulla sicurezza istituito dall’Amministrazione Vitto, su richiesta di Forza Italia.

Alla luce degli ultimi episodi di cronaca, tra i quali il furto alla scuola San Giovanni Bosco, i presunti casi di spaccio al parco giochi riportati dalla stampa locale e il costante fenomeno della prostituzione nei b&b, Forza Italia torna a chiedere a gran voce la convocazione dell’Osservatorio Permanente sulla Sicurezza.

 “Le forze dell’ordine in servizio a Polignano fanno davvero un ottimo lavoro – spiega il consigliere comunale Pellegrini – ma potrebbero avere a disposizione uno strumento importante, quale l’Osservatorio Permanente sulla Legalità, istituito ma mai convocato dall’Amministrazione Vitto. Noi crediamo che sia arrivato il momento di convocare l’Osservatorio. La sicurezza è un tema trasversale, non ha colori politici, tuttavia Vitto continua a ignorare la necessità dar vita all’Osservatorio. Evidentemente, la sicurezza per il nostro primo cittadino è un tema secondario. Per noi non è così”.

Domenico Pellegrini

I fatti di cronaca mettono in evidenza un bisogno di cooperazione a più livelli. “L’Osservatorio della Sicurezza, che è già una realtà in molti altri comuni, rappresenta una cabina di regia attraverso il quale si può supportare l’azione degli agenti delle forze dell’ordine, nonché studiare piani di prevenzione condivisi, come la pianificazione dei punti sui quali installare delle telecamere di sicurezza. Alla luce di tutto questo ci appare incomprensibile la volontà del sindaco Vitto di non convocare l’Osservatorio, che tra l’altro consiste anche in un valido strumento per monitorare la situazione polignanese. – afferma Pellegrini – L’Osservatorio è organismo permanente con funzioni consultive propositive, un centro di studio, di ricerca, di documentazione, è un’iniziativa sociale a sostegno della legalità e per la lotta alla criminalità. E’ formato da un’equipe di professionisti che si riunisce per favorire i processi di integrazione delle politiche sulla sicurezza, per affiancare l’amministrazione fornendo suggerimenti utili di trasparenza e legalità. La sua attività è mirata anche all’individuazione di attività cittadine esposte al maggior rischio di infiltrazione mafiosa garantendo supporto, prevenzione e controllo”.

Approvato in Consiglio Comunale, l’Osservatorio sulla Sicurezza non è mai stato convocato, nonostante tutti gli appelli di Forza Italia, che di fatto è stato l’ideatore e il promotore di questo progetto, in seguito a degli incendi che si sono verificati a San Vito.

“Negli intenti iniziali, l’Osservatorio sulla sicurezza doveva essere convocato ogni tre mesi. – conclude Pellegrini – In realtà non è mai stato convocato. Cosa intende fare il sindaco Vitto? Perché si ostina a non ricorrere a questo strumento di controllo e monitoraggio del territorio? Noi porteremo la delibera di istituzione al Prefetto. L’Amministrazione Vitto deve ottemperare ai suoi doveri”.

Autore dell'articolo: Redazione Radio Incontro