Il sogno delle lucciole dei Radiodervish girato a Ripagnola

Nella giornata di oggi, sulle principali piattaforme digitali, è stato pubblicato il videoclip dei Radiodervish Il sogno delle lucciole, tratto dal loro nuovo disco: “Classica – Radiodervish e Orchestra Sinfonica di Lecce e del Salento OLES”.

Questo album nasce dalla sinergia tra due affermate realtà del panorama musicale mediterraneo: i Radiodervish e l’Orchestra Sinfonica di Lecce e del Salento OLES.

 Il sogno delle lucciole, è un brano ispirato alla figura di Angelo Vassallo, il sindaco di Pollica (Sa), ucciso dalla mafia locale che si opponeva al suo progetto di salvaguardia e valorizzazione del patrimonio paesaggistico e culturale del territorio contro la speculazione edilizia e l’inquinamento.

I Radiodervish per questo hanno scelto di girare il video ambientandolo nell’incontaminata Costa Ripagnola, vicino Polignano a Mare (Ba). Luogo al centro di un contestatissimo progetto che punta alla creazione di un Resort per ricchi.

“Questo paesaggio rappresenta per noi, come per molti altri, un luogo del cuore – affermano i Radiodervish, – con questo videoclip vogliamo portare alla conoscenza di tutti la bellezza di questo luogo che vorremmo venisse tutelato per il bene della collettività e non privatizzato per il godimento di pochi privilegiati.”

Il video, girato dal regista Carlo Mazzotta, mette in dialogo due mondi sonori e esalta la specificità di due linguaggi, quello etnoworld e quello classico sinfonico che si mescolano fino a creare una preziosa e originale proposta artistica.

La direzione dell’Orchestra è stata affidata al Maestro Valter Sivilotti che ne ha curato i raffinati arrangiamenti. Pianista, compositore e direttore d’orchestra tra i più acclamati della sua generazione Valter Sivilotti ha lavorato, scrivendo e arrangiando, per i più noti artisti provenienti dal mondo della canzone d’autore, del jazz e della musica etnica.

La grafica del disco è curata dallo storico grafico dei Radiodervish Amleto Melgiovanni che ha lavorato sulle raffinate illustrazioni di Maurizio Tornese.

RADIODERVISH sono il gruppo che più di ogni altro ha definito appieno una poetica e una visione del mondo schierata dalla parte di un’Italia ponte tra Europa e Mediterraneo. Nati in Puglia nel 1997 dal sodalizio artistico tra Nabil Salameh e Michele Lobaccaro, i Radiodervish cantano di uomini e donne appartenenti a spazi, culture e tempi differenti, alla ricerca di varchi e passaggi tra Oriente e Occidente.

Ne è nato un originale cantautorato, che i Radiodervish amano chiamare “Cantautorato Mediterraneo”.  Con arrangiamenti curati sempre con la collaborazione del polistrumentista Alessandro Pipino,  i Radiodervish trovano le loro origini e i principali riferimenti nelle varie tradizioni raffinate e popolari del mediterraneo. Grande importanza viene data all’incontro tra mondi sonori differenti e ai testi colti e declinati in lingue diverse.

OLES è la prima Società Cooperativa Orchestrale. Nasce con l’obiettivo di salvaguardare, potenziare e modernizzare l’importante patrimonio musicale costituito da quarant’anni di attività concertistica e operistica dell’Orchestra leccese (già Orchestra Sinfonica della Provincia di Lecce e Orchestra Sinfonica “Tito Schipa”), in possesso della qualifica di Istituzione Concertistico Orchestrale riconosciuta ai sensi dell’art. 28 comma 4 della legge 14 agosto 1967 n. 800.

Nell’aprile 2017 OLES è stata protagonista della stagione lirica “Opera in Puglia”, primo circuito lirico in Puglia che coinvolge il Teatro Politeama Greco di Lecce e i teatri di Brindisi, Barletta e Foggia.

 OLES ha realizzato, fra settembre 2017 e dicembre 2018, due stagioni concertistiche presso il Teatro Apollo di Lecce, oltre ad un ciclo di concerti presso diverse città pugliesi, riscuotendo grandi consensi.

 Nel 2018 OLES ha organizzato e promosso la Stagione Lirica Opera in Puglia presso il Teatro Politeama Greco di Lecce, il Teatro Verdi di Brindisi, il Teatro Giordano di Foggia e il Teatro Curci di Barletta. Opera in Puglia è Il primo circuito operistico dell’Italia Meridionale. Il disco è sostenuto dalla programmazione Puglia Sounds record 2019.

Il concerto al teatro Radar di Monopoli

Prosegue intanto il tour di Classica. Il prossimo appuntamento in calendario è sabato 30 novembre alle ore 21 al Teatro Radar di Monopoli, evento a cura di Teatri di Bari. Le sonorità dei Radiodervish e dell’Orchestra sinfonica di Lecce e del Salento invadono così lo storico contenitore culturale in via Magenta 71, riaperto nel 2018 dopo decenni di abbandono. Sul palco Nabil Salameh (voce), Michele Lobaccaro (basso e chitarra), Alessandro Pipino (piano e fisarmonica), Pippo Ark D’Ambrosio (batteria e percussioni), Orchestra sinfonica di Lecce e Salento – OLES.

“Classica” è l’incontro tra mondi sonori totalmente differenti, quello Etnoworld e quello classico sinfonico, due linguaggi musicali in apparenza distanti, che si fondono perfettamente pur mantenendo ciascuno la propria identità, in un dialogo di valorizzazione reciproca che dà vita a un unico, inedito racconto: un’originale rilettura dei brani selezionati dal repertorio dei Radiodervish, tra cui anche due cover di grandi cantautori mediterranei, Domenico Modugno e Matteo Salvatore. Le 11 tracce assumono una nuova, sorprendente veste musicale, grazie ai ricercati arrangiamenti del Maestro Valter Sivilotti, a cui è affidata la direzione dell’Orchestra. Pianista, compositore e direttore d’orchestra tra i più acclamati della sua generazione, ha composto e arrangiato brani per i più noti artisti della canzone d’autore, del jazz e della musica etnica.

L’ingresso è a pagamento, con ticket al costo di 18 euro. Previsto anche un biglietto ridotto di 15 euro (per under 25 e convenzionati con acquisto di 5 ticket) e un prezzo speciale di 12 euro per gli abbonati.

Autore dell'articolo: Redazione Radio Incontro