Polignano Covid-Free, la Giunta da l’ok al protocollo d’intesa per la sicurezza di cittadini e turisti

E’ di ieri mattina la delibera di Giunta Comunale che ha approvato lo schema di protocollo di intesa con la Fondazione Cultura Democratica e la società GAe Engineering srl per una collaborazione volta alla creazione di un modello di fruizione degli spazi pubblici urbani comunali. In sostanza l’iniziativa, che era stata anticipata dal sindaco Domenico Vitto nel corso della diretta realizzata da Radio Incontro e PolignanOnline il 3 maggio scorso, vuole andare a definire delle azioni per la gestione dei flussi non solo nei luoghi pubblici, affinché il nostro paese venisse riconosciuto come Comune Covid-Free and Safe.

Infatti il progetto, gratuito per l’Ente, svilupperà linee guida di riferimento che, alla luce dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 in atto, andranno a garantire alti livelli di sicurezza e salute per cittadini e visitatori, attraverso un modello di fruizione degli spazi pubblici urbani riferibili al territorio polignanese che, prevenendo il rischio di contagio da coronavirus, consentirebbe la massima espressione delle libertà costituzionalmente garantite.

Venendo nel dettaglio, tale protocollo d’intesa (non ancora sottoscritto, la Giunta ieri ha approvato lo schema di protocollo, nda) ha una durata di tre mesi prorogabile fino ad un massimo di un anno dalla data della sottoscrizione e si sostanzia nella elaborazione di un progetto e di una proposta finalizzati a realizzare un modello di fruizione degli spazi pubblici urbani, tra cui le spiagge, ed in grado di promuovere una continua fruizione dei servizi pubblici e privati del territorio.

A tal fine, nell’ambito delle rispettive competenze, il Comune di Polignano assicura la piena collaborazione dell’Ente per la realizzazione delle attività che il protocollo si propone; la fondazione Cultura Democratica si impegna a coordinare una riflessione sui valori dell’integrazione sociale ai tempi del Covid-19, promuovendo lo studio scientifico e coinvolgendo esperti del mondo professionale, universitario, industriale e istituzionale attraverso tavole rotonde e/o gruppi di lavoro, eventualmente anche con modalità digitali; mentre la GAe Engineering srl ha il compito di redigere uno schema di modello con le linee guida specifiche per la riapertura delle attività economiche di Polignano a Mare.

Per l’attuazione di tutto ciò, inoltre, è previsto un Comitato di gestione paritetico composto da due rappresentanti per Parte. Infine, con riguardo alla proprietà dei risultati, si stabilisce che gli esiti della ricerca con specifico riferimento al territorio polignanese saranno di titolarità del Comune di Polignano a Mare, mentre la proprietà intellettuale delle analisi giuridico-sociologiche e di quelle tecniche sarà rispettivamente della Fondazione Cultura Democratica e della GAe Engineering srl.

Autore dell'articolo: Redazione Radio Incontro