Taglio delle indennità, arriva la risposta all’interrogazione presentata da Forza Italia

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota stampa del consigliere Domenico Pellegrini (Forza Italia) in merito alla risposta dell’Amministrazione Comunale alla interrogazione sul taglio delle indennità presentata a fine aprile.

La Giunta comunale di Polignano e la maggioranza in carico all’Amministrazione Vitto non hanno accolto l’istanza presentata dai consiglieri di Forza Italia e Forza Polignano, i quali, nelle settimane precedenti, avevano chiesto il taglio delle indennità per il sindaco, il Presidente del Consiglio e per gli assessori del comune di Polignano.

La risposta dell’Amministrazione è infatti giunta dopo alcuni solleciti avanzati sempre dalla stessa opposizione di Forza Italia. “La beneficienza, in questo caso tesa al sostegno delle fasce più deboli della nostra comunità, deve passare attraverso scelte personali e (soprattutto) riservate, discrete. Pubblicizzare, come chiedono gli istanti, “tagli” alle indennità rischia di strumentalizzare l’emergenza in atto. […]. – si legge nella nota a firma del Presidente del Consiglio Franco De Donato e del Sindaco Domenico Vitto – E’ doveroso sottolineare che sia gli scriventi, sia gli altri amministratori di maggioranza stiano operando, anche finanziariamente, per aiutare i concittadini in difficoltà, senza proclami, senza pubblicità e senza clamore”.

La rrisposta integrale postata sui canali social da Pellegrini

“Dopo settimane di attesa abbiamo finalmente ricevuto una risposta. – spiega il consigliere comunale Domenico Pellegrini di Forza Italia – L’Amministrazione ha perso una grande occasione per dare un segnale forte alla sua cittadinanza. Come ribadito più volte, in un momento così delicato come questo, tutti devono fare la propria parte, politici e amministratori compresi. Sono tanti gli amministratori e i sindaci che hanno deciso di tagliare le indennità percepite dall’incarico pubblico. Sindaco e assessori del Comune di Boville Ernica hanno rinunciato ad esempio al 50% dell’indennità mensile. Ma l’elenco è molto lungo e anche qui in Puglia non sono mancati “casi” di amministrazioni virtuose. Non si possono chiedere sacrifici ai propri cittadini se gli amministratori non danno l’esempio. Non si tratta di beneficenza da fare in modo riservato e discreto. Si tratta di dare un segnale politico e amministrativo come hanno fatto in tutta Italia tante altre amministrazioni. Noi non vogliamo strumentalizzare la drammaticità del momento, che ci vede propositivi e disposti a dare il nostro contributo.
L’appello che il consigliere comunale Domenico Pellegrini di Forza Italia aveva avanzato nei confronti della Giunta, del Presidente Franco De Donato e del Sindaco Vitto era quello di rinunciare a parte delle proprie indennità percepite dall’incarico pubblico, con l’intento di destinare questi fondi alle misure di sostegno per l’economia e per le fasce deboli della popolazione.

“Ci sono tante amministrazioni che lo hanno fatto senza pensarci due volte o senza essere stimolati dall’opposizione – afferma ancora Pellegrini – E’ un gesto politico, culturale e morale che dimostra sensibilità e attenzione alla propria popolazione. Strano anche che l’uso dei social viene visto come strumentale. Al contrario, i nostri amministratori usano i social quando devono autoincensarsi, con slogan e proclami. Siamo davvero molto dispiaciuti – conclude il consigliere di Forza Italia – dell’ennesima occasione persa dall’Amministrazione Vitto”.

Autore dell'articolo: Redazione Radio Incontro