Bikesharing, Pellegrini (FI): “dopo anni le postazioni del Sac non sono ancora attive”

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa del consigliere comunale Domenico Pellegrini di Forza Italia che interviene sulla situazione del bikesharing:

Polignano Comune Ciclabile. E’ questo l’ultimo vessillo giallo conquistato dalla città polignanese per il concorso Comuni Ciclabili, indetto da Fiab – Federazione Internazionale Ambiente Bicicletta – che a inizio maggio ha premiato tutti i comuni che si impegnano nella mobilità dolce. La bandiera gialla, comunque, per la Fiab, rappresenta anche un invito a fare di più e meglio.  “Il nostro paese ha ottenuto la Bandiera Gialla dei Comuni Ciclabili – spiega il consigliere comunale Domenico Pellegrini di Forza Italia – ma siamo davvero sicuri che la nostra sia una città a misura di bicicletta? Noi crediamo di no, perché le due postazioni del bike sharing installate da anni non sono ancora attive e sono sprovviste di biciclette”. 

Le due postazioni, installate al termine della campagna elettorale, pochi giorni prima del voto alle amministrative, erano state presentate alla cittadinanza dagli attuali amministratori come un successo del Sac – Mari tra le Mura, il Sistema Ambiente e Cultura finanziato dalla Regione Puglia che aveva il compito di sviluppare una serie di azioni e interventi per potenziare il sistema turistico del territorio dei comuni di Polignano, Conversano, Rutigliano e Mola. Il finanziamento ottenuto dalla Regione è stato di 1milione 600 mila euro, ma a più di 6 anni dall’avvio del progetto si fa molta fatica a trovare risultati concreti e tangibili di questo progetto, già a partire dai cosiddetti Ecometrò acquistati e dai percorsi ciclopedonali previsti.

Domenico Pellegrini

Le colonnine per le biciclette si trovano alla Stazione di Polignano e vicino al Museo Pascali, ma delle bici neanche l’ombra. “Il sistema di bikesharing rappresenta il fallimento delle iniziative indirizzate alla mobilità dolce e al potenziamento del sistema turistico del territorio – spiega il consigliere comunale Domenico Pellegrini – basta guardare la postazione dedicata alle bici che si trova alla stazione: è diventata una postazione per il parcheggio delle macchine. Che fine hanno fatto le biciclette?” si chiede il consigliere di Forza Italia, che ricorda quanto queste iniziative siano molto diffuse e messe in pratica negli altri comuni. “Il servizio delle bici a noleggio del Sac sarebbe molto utile sia per i turisti, ma anche per i residenti. Eppure in tanti anni, l’Amministrazione Vitto non è mai riuscita a far partire questo progetto. E’ così che si vuol fare turismo?”

Il Sac ha fatto discutere da sempre tutta la cittadinanza per l’inconsistenza dei risultati raggiunti. “Il Sac rappresenta il modo su come non vanno mai utilizzati i soldi pubblici – afferma il consigliere comunale Pellegrini – e pertanto vorremmo sapere che uso è stato fatto e si continua a fare di quel milione e 600 mila euro finanziato dalla Regione con fondi del Piano Operativo Fesr 2007-2013. Un finanziamento sostanzioso, che di fatto non ha ancora prodotto nulla di concreto, se non delle postazioni inutilizzate per delle biciclette, che di fatto non ci sono. A fronte di un finanziamento di un milione e 600 mila euro, – conclude Pellegrini – adesso è arrivato il momento per l’amministrazione Vitto di dare delle spiegazioni”.

Autore dell'articolo: Redazione Radio Incontro