Un saluto latino americano da Vienna con il Patagonien Quartett [video]

Applausi a non finire per i musicisti del Patagonien Quartett che sabato scorso si sono esibiti presso il Museo Pino Pascali nell’ambito della tre giorni di Ad Libitum Summer Week, diretta da Maurizio Pellegrini con la consulenza musicale del m° Paolo Messa.

Patagonien Quartett

Tra i ritmi del nativo sudamerica e la grande tradizione mitteleuropea, il gruppo – formato da Daygoro Serón (violoncello), Alejandro López (chitarra), Christian Kausel (violino) e Maximiliano Igor (contrabbasso) – ha eseguito brani di Astor Piazzolla, Josef Strauss, Vincent Youmas, Milton Ager, Javier Party, Juan Antonio Sánchez, Gentil Montaña.

Coinvolgenti, poi, le interpretazioni di Minor swing (D. Reinhardt/S. Grappelli) e di Borravino (D. Torres/P. Jaurena), mentre molto sentiti dal quartetto sono stati gli ultimi due brani in programma, ovvero Los momentos di Eduardo Gatti e l’intramontabile Stairway to Heaven dei Led Zeppelin (scritta da Jimmy Page e Robert Plant).

Magistrale, inoltre, anche l’esecuzione di Bohemian Rhapsody di Freddie Mercury dei Queen, di cui vi proponiamo una parte in questo video:

Tanti applausi, dunque, dal nutrito pubblico presente che hanno giustificato un doppio bis. Tutta la musica eseguita dal Patagonien Quartett (gruppo musicale formatosi a Vienna nel 2011 da quattro musicisti latino-americani) è scritta da Daygoro Serón e comprende arrangiamenti originali che reinterpretano la musica popolare sudamericana con una chiave di lettura legata alla tradizione classica europea, conferendo così al quartetto un sound unico e caratteristico. Tra i successi ottenuti dal Patagonien Quartett ricordiamo la nomination della Fondazione Yehudi Menuhin nella categoria “Live Music Now – Wien” (2013) ed una importante affermazione nel 2016 al Tim Competition, il Torneo Internazionale di Musica ideato dal compianto Luigi Fait. Quindi, grazie alla collaborazione tra Ad Libitum e l’AGIMUS Festival del m° Piero Rotolo, il pubblico polignanese ha avuto modo di apprezzare questo quartetto.

Ad Libirum Summer Week: foto con Maurizio Pellegrini, Piero Rotolo e il Patagonien Quartett

Del resto, questa summer week di Ad Libitum, inserita nel calendario dell’estate polignanese, è stata inaugurata l’11 luglio dall’attesissima riproposizione dello spettacolo Nun me scetà – Napoli: poesia e sogni presso il chiostro dell’ex Convento di Santa Maria di Costantinopoli (poi Sant’Antonio), oggi sede del presidio sanitario distrettuale e che per la prima volta nella storia locale ha ospitato uno spettacolo culturale. Tra l’altro, come abbiamo raccontato in un’intervista al direttore artistico Maurizio Pellegrini (vedi qui) l’idea è nata proprio grazie ad un intervento dello stesso durante il nostro programma di informazione settimanale Radio Incontro News (in onda ogni sabato alle 18:00).

Quindi, grazie alla collaborazione con l’AGIMUS Festival di Mola di Bari, si è arricchita con i due appuntamenti al Museo Pino Pascali: quello di sabato 13 con il Patagonien Quartett e quello di domenica 14 luglio con il Duo Perfetto, composto da Clorinda Perfetto (pianoforte) e Robert Witt (violoncello) per un viaggio musicale da Bonaria a Buenos Aires.

Autore dell'articolo: Redazione Radio Incontro